A Roma in Campidoglio nella Sala Protomoteca si è tenuta la diciannovesima edizione del “Premio Bandiera Verde”, ideato ed organizzato da Cia Agricoltori Italiani. Un riconoscimento di merito alle migliori aziende italiane del settore. Nell’ambito dell’iniziativa viene assegnato un ulteriore premio che è quello denominato “Gold Lavoro”.

Per il 2021 ad aggiudicarsi il premio “Gold lavoro”  è stata l’azienda Agricola  Magisa che si occupa della produzione del “Riso Buono di Sibari” un unicum, rispetto alle altre zone a vocazione risicola d’Italia, per il patrimonio geografico, pedologico, ambientale e potenziato da un approccio innovativo e di filiera volto a portare le varietà calabresi sul podio del riso italiano nel mondo. La sfida di tre sorelle, tre imprenditrici calabresi, che forti della tradizione di famiglia hanno creato un prodotto eccellente, vincendo una sfida importante. “Magisa” che dal 2004 esalta le qualità organolettiche del riso coltivato nella Piana di Sibari, in provincia di Cosenza, lavorato con sistema del tutto artigianale e gestendo l’intero ciclo della filiera per un alimento unico e meritevole di brevetti esclusivi per la Calabria.

In occasione dell’ evento, inoltre,  Cia ha sottolineato come  sul territorio nazionale le aree interne comprendono il 53% dei comuni (4.261), pari a circa il 60% della superficie nazionale, con una popolazione di oltre 11 milioni di persone che, nonostante mille difficoltà infrastrutturali e nei servizi, non intendono abbandonare colline e boschi dove, non a caso, si sviluppa circa il 40% delle aziende agricole.

Altro riconoscimento in Calabria. se lo aggiudica il Comune di Rocca Imperiali, sempre nella provincia di Cosenza, famosissimo per o suoi deliziosi limoni.